.
Annunci online

Il_Cacciatore_Monocolo
I en hall med flesk og mjød
 
 
 
 
           
       

"Coloro che odiano intensamente, devono aver prima amato sinceramente.

Coloro che vogliono negare il mondo, devono aver prima accettato ciò che ora vogliono dare alle fiamme."

Kurt Tucholski, "Dada"

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Il potere è la capacità di definire i fenomeni e farli reagire di conseguenza”

Huey Newton

 

 "Uccidi un uomo e sarai un assassino.

Uccidine milioni e sarai un conquistatore.

Uccidili tutti e sarai un dio."

(Edmond Rostand)

 

 

 

 

 

 

 

"La saggezza arriva troppo tardi... quando la gioventù è finita, la tempesta è passata e le ragazze sono andate tutte a casa"

Charles Bukowski

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo blog supporta/apprezza/ama le seguenti cose:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

...e soprattutto

 

 

 

It's only rock'n'roll... but I like it!


Questo blog inoltre preserva antichi culti come membro della Lega Metallica, i cui adepti sono:





























...oltre al sottoscritto:

 
16 maggio 2005

Lost in the flood



“Quel puro fratello americano
Occhi spenti e viso senza espressione
Gareggia ogni domenica nel Jersey in una Chevy Super Otto
La guida piegato di lato, sulla fiancata ha scritto “Destinato alla gloria” con vernice scintillante bianca rossa e blu
Si appoggia al cofano per raccontare storie di gare, i ragazzi lo chiamano “Jimmy il Santo”
Bene, quel ragazzo tutto fuoco e fiamme sta spingendo quella cagna carica fino a scoppiare
Si dirige a tutta velocità in un uragano e scompare fino a diventare un punto lontano.
E non è rimasto niente oltre a un po’ di sangue dove è caduto il corpo
E non è niente che tu possa vendere
Solo dei rottami lungo la linea dell’orizzonte
Un addio da vero uomo della strada
E io dissi: “Ehi, ragazzo, credi che quello sia olio? Amico, quello non è olio, è sangue”
Mi chiedo cosa stesse pensando quando si è infilato nella tempesta
O si era solo perduto nel diluvio?”

Dedicato a tutti quelli che si sono persi nel diluvio.




permalink | inviato da il 16/5/2005 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

22 aprile 2005

Cupe vampe



“Cupe vampe, livide stanze
Occhio cecchino, etnico assassino
Alto il sole, sete e sudore
Piena la luna, nessuna fortuna
CI FOTTE LA GUERRA CHE ARMI NON HA
CI FOTTE LA PACE CHE AMMAZZA QUA E LA’
CI FOTTONO I PRETI, I POPE E I MULLAH
L’ONU, LA NATO E LA CIVILTA’
Bella la vita dentro a un catino
Bersaglio mobile d’ogni cecchino
Bella la vita a Sarajevo città
QUESTA E’ LA FAVOLA DELLA VILTA’”

C.S.I. 




permalink | inviato da il 22/4/2005 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

1 marzo 2005

Sciùr capitàn




“Sciùr capitàn, ho cupàa una persona
so mèa se l'era grama, so mèa se l'era bona.
M'han dàa mila resòn, en trövi ne'anca vöna.
So che me manca el mè fiö,
so che me manca la mia dòna.

Sciùr capitàn, vöri dì la verità,
ghe n'ho pièe i bàll, el Giuàni el turna a cà.
Sun sempru stà ai to urdini,
e t'ho mai tradì,
però questa sira questa guèra la m'ha stüfìi.

Sciùr capitàn, questa chè l'è la verità:
sùn propi stüf,
E stasira turni a cà.
Se vöret ti scriv, te regali la mia pèna,
se vöret ti sparàmm, questa chè l'è la mia schèna."



(Signor capitano, ho ammazzato una persona
Non so se era cattiva, non so se era buona
Mi han dato mille ragioni, non ne trovo neanche una
So che mi manca mio figlio
So che mi manca la mia donna

 Signor capitano, voglio dire la verità
Ne ho piene le balle, il Giovanni torna a casa
Sono sempre stato ai tuoi ordini
E non ti ho mai tradito
Però questa sera questa guerra mi ha stufato

 Signor capitano, questa qui è la verità
Sono proprio stufo
E stasera torno a casa
Se vuoi scrivere, ti regalo la mia penna
Se vuoi spararmi, questa qui è la mia schiena)


Davide Van de Sfroos




permalink | inviato da il 1/3/2005 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (19) | Versione per la stampa

26 gennaio 2005

Martello Tower, Sandycove



"Un battere leggero sui vetri lo fece voltare verso la finestra. Aveva ripreso a nevicare. Assonnato guardava i fiocchi neri e argentei cadere di sbieco contro il lampione. Era venuto il momento di mettersi in viaggio verso l'ovest. I giornali dicevano il vero: c'era neve dappertuto in Irlanda. Neve che cadeva su ogni punto dell'oscura pianura centrale, sulle colline senz'alberi; cadeva piana sulle paludi Allen e più a occidente sulle fosche onde rabbiose dello Shannon. E anche là, sul cimitero deserto in cima alla collina dov'era sepolto Michael Furey. S'ammucchiava alta sulle croci contorte, sulle tombe, sulle punte del cancello e sui roveti spogli. E l'anima lenta gli svanì nel sonno mentre udiva la neve cadere lieve su tutto l'universo, lieve come la discesa della loro ultima fine su tutti i vivi, su tutti i morti."
(James Joyce - "I morti" , Gente di Dublino, 1907)




permalink | inviato da il 26/1/2005 alle 21:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (20) | Versione per la stampa

28 dicembre 2004

Defixiones, will and testament



 

‘Ma io ho ordini dai Morti
che mi ammoniscono:

“NON DIMENTICATEMI:
Il mio sangue riempirà l’aria che respirate
PER SEMPRE.”

“IL MIO UCCELLO DI MORTE non è MORTO

EGLI PORTA TUTTI I MIEI DENTI:

IL MIO SORRISO SENZA PERDONO,

LA MIA RISATA!

VRYKOLAKA!

Io sono l’uomo insepolto
Che NON PUO’ dormire
IN QUARANTA PEZZI!!!

Io sono la ragazza,
smembrata
e non benedetta,

io sono la bocca aperta
che si aggrappa alla tua carne
e che non riposerà mai

finchè

LA MIA MORTE SARA’ SCRITTA
IN UNA ROCCIA CHE NON PUO'
ESSERE
DISTRUTTA!”

E questi sono gli ordini dai Morti’

Diamanda Galàs




permalink | inviato da il 28/12/2004 alle 23:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

23 dicembre 2004

Spina nel fianco


"Conosco bene il rumore della solitudine,
conosco tutte le mura di questa città.
Le vostre urla si perdono in echi lontani
lasciando solo un sussurro dentro di me. "

Argine




permalink | inviato da il 23/12/2004 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa

9 novembre 2004

Darkness on the edge of town

“Stanotte sarò su quella collina

Perché non posso fermarmi.

Sarò su quella collina

Con tutto quello che mi è rimasto.

Vite sul margine dove i sogni vengono ritrovati e perduti.

Arriverò là in tempo

E pagherò il prezzo

Per volere cose

Che possono solo essere trovate

Nel buio ai margini della città...”

 

Bruce Springsteen '78




permalink | inviato da il 9/11/2004 alle 22:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

2 novembre 2004

Chiesa bombardata...

"Per tutto l'inverno dell'85 ho passato i miei pomeriggi di fronte allo stereo in camera di mio fratello ad ascoltare Wicked gravity di Jim Carroll.
Mi muovevo al ritmo della musica immaginando il modo in cui lui poteva muoversi.
Mi muovevo al ritmo delle chitarre elettriche.
Tutto quello che avrei voluto era essere lui nell'attimo in cui canta:
'Mi sento come il soffitto di una chiesa bombardata'.
Credo che in quel periodo la mia vita fosse tutta lì."

Massimo Volume




permalink | inviato da il 2/11/2004 alle 22:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 novembre 2004

Il grande nulla

"Era scritto che dovessi restare fedele all'incubo che avevo scelto"

Joseph Conrad, "Cuore di tenebra"




permalink | inviato da il 2/11/2004 alle 21:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa

17 ottobre 2004

Come un servo da mantice

In questo gelido letto ritorna il ricordo:
un' immagine ferma violata dal buio.
L'ossessione del tempo mi preme nel cuore,
l'agonia tra uno spasmo ed un respiro profondo.
Quando l'ira mi acceca, si offusca la mente,
masturbarsi adesso tra un sorriso ed il pianto,
il coraggio di dire:
"...chi davvero mi ama?..."
Perché io starò solo con la morte sul volto.
E come un servo mi inchino ai tuoi occhi di marmo,
ho la voce tremante, non riesco più ad urlare.
Questo giglio ormai finto sembra sempre più bianco,
questi spazi infiniti così piccoli e sobri.
Ma voi dove siete ed io dove sono?
L' immenso silenzio mi stimola l'odio.
Sotto coltri di vestiti un'anima nuda si rovescia
per strada tra un riflesso ed un abbaglio.
Il tuo mondo è una luce, il mio mondo è uno spettro
sempre più nero, che esiste e non ride.
Amare parole solcano i fogli.
Non voglio rivivere questo lurido sogno.

Argine




permalink | inviato da il 17/10/2004 alle 22:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

Il Sognatore
Artemisia
Radio Popolare
Bloom
La Tava
Enciclopedia di Arda
Infonodo
Fabrizio De Andrè
Joy Division
Il Fundeghè
Olimpia Milano
Boston Celtics
Doctor Harp
Zoe
Yog-Bar-Og
Meduseld
Lietta
Carlozza
Driller Killer
Elfobruno
Never-chan
Whiter SHADY Of Pale



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     aprile